Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Avviso pubblico 1

La Corte d’Appello di Sassari ha puntualmente e regolarmente iscritto a ruolo l’appello presentato e regolarmente notificato da un gruppetto di membri del Consorzio Costa Smeralda avverso la sentenza 608/2015 del Tribunale di Tempio.

Il magistrato competente ha fissato la prima udienza al 28 ottobre, e autorizzato che la notifica a tutti i consorziati sia fatta per pubblici proclami nella Gazzetta Ufficiale, disponendo altresì che un avviso sia pubblicato per due domeniche successive ne “La Nuova Sardegna”. I termini di legge hanno imposto che ciò avvenisse (con estrema urgenza) nei giorni del 5 e 12 Giugno.

Tutti i consorziati che possono trovare nella loro edicola il quotidiano sono invitati a procurarsene una copia e prenderne visione.

Con la pubblicazione della citazione per pubblici proclami si apre una nuova fase nel procedimento. Infatti, fin dal 6 giugno tutti i consorziati interessati a opporsi alla sentenza possono aderire all’appello e condividerne con i primi sottoscrittori le ragioni e interessi.

Per economia di denaro, tempo e complessità nel procedimento è fortemente raccomandabile che gli interessati aderiscano all’appello già iscritto a ruolo, dando delega a rappresentarli agli avvocati di fiducia, co-difensori degli appellanti “del 25 aprile”.

A tal fine è fin d’ora convocata una riunione riservata ai consorziati interessati ad aderirvi. Questa si terrà in Porto Cervo il 2 Agosto 2016, a partire dalle ore 9:30, nella sede che sarà comunicata a mezzo mail o sms a chi esprimerà serio interesse a parteciparvi, inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (preferibilmente con un numero di cellulare al quale ricevere solo SMS).

Converrà notare fin d’ora che solo gli appellanti (promotori o successivi aderenti) beneficeranno dello scudo previsto dalla legge per chi agisce in giudizio per la riforma della sentenza, mentre per i consorziati che non partecipano all’appello sarà efficace la sentenza 608/2015 fino a quando non sarà (eventualmente) riformata dalla Corte d’Appello di Cagliari, sede distaccata di Sassari.

Le conclusioni della sentenza oggetto dell’appello sono descritte nell’atto di citazione pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, di cui sarà data successiva notizia nei prossimi giorni a pubblicazione avvenuta, che anticipiamo nel nostro allegato.

 

Ricordiamo che si tratta di:

 

  1. Estinzione del Consorzio dopo la dichiarazione di uso pubblico delle aree del Consorzio. (Commento: lo scioglimento del Consorzio attuale permetterebbe a tutti i consorziati di costituirne uno nuovo, su base volontaria, molto più rispondente alle loro aspirazioni ed esigenze di qualità, valorizzazione ed equa gestione della "loro" Costa Smeralda).
  2. L'annullamento dell'ultima proroga del Consorzio fino al 2050 (che, di fatto, causa una rilevante perdita di valore delle proprietà a causa della doppia tassazione di fatto a carico di tutti i consorziati) con il conseguente esonero del pagamento degli oneri consortili successivi al 2001.
  3. L'invalidità delle ultime modifiche allo statuto che privano i consorziati di qualsivoglia possibilità di influire sulla gestione e controllarne l'operato (come l'azione giudiziaria per l'accesso agli atti ancora in corso dimostra platealmente);
  4. La possibilità (non l'obbligo) di recedere dal Consorzio per chi non ne condivide più gli obiettivi, la gestione o perché è venuto meno il rapporto di fiducia alla base del mandato.
  5. Inefficacia degli articoli 9, 17, 19, 21 e 28 dello Statuto.

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login