Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Fate sentire la vostra partecipazione iscrivendovi alla Newsletter nel modulo qui a destra e in alto

Please subscribe to our free Newsletter.

Secondo fonti bene informate, fin dal 2012 gli investitori del Qatar in Costa Smeralda e Gallura (Mater Olbia e Meridiana) avevano presentato un "master Plan" che prevedeva investimenti per 1 miliardo di Euro. Master Plan prontamente nascosto nelle casseforti del Comune di Arzachena e noto solo al Sindaco pro-tempore e pochissimi suoi intimi. Nè i cittadini di Arzachena nè i consorziati ne sono stati informati, quasi come se la cosa non dovesse interessarli.

Eppure è lecito presumere che il Consiglio di Amministrazione del Consorzio Costa Smeralda ne fosse al corrente e fosse tenuto a relazionarne in occasione delle quattro assemblee (forse cinque) negli anni successivi. Inutile cercarne traccia nelle soporifere e ripetitive relazioni "del presidente".

Sono stati proprio i dirigenti del consorziato di maggioranza (molto) relativa del Consorzio a parlarne pubblicamente nel corso di un incontro in regione. Incontro poco ortodosso da loro sollecitato al fine di promuovere una deroga a favore del piano. 

Ora che la notizia è diventata pubblica, e probabilmente il piano ha perso vigore, qualcuno potrebbe chiedersi e chiedere che futuro si sta disegnando (o cancellando) per la Costa Smeralda. Soprattutto alla luce delle notizie di stampa, che parlano di un piano orientato esclusivamente sulla sviluppo degli alberghi a 5 stelle (della Sardegna Resorts ovviamente).

Forse, se si fosse scelta la strada della trasparenza e della condivisione dei progetti il Master Plan Targato Qatar avrebbe beneficiato del supporto dei cittadini e dei consorziati ma sembra si continui a preferire l'accordo "particolare" tanto caro alla vecchia politica e ai palazzinari romani.

e-max.it, posizionamento sui motori

Master plan del Qatar 1

Qatar vuole 2 nuovi alberghi 1

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login