Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

clown

La calunnia uccide. Stiamo lontani dagli assassini se non vogliamo diventarne complici.

E’ stagione di assemblea elettiva, di rinnovo di presidenti e consiglieri e ritorna la frenetica caccia di amici dell’ultima ora, di sostenitori, di servi sciocchi, di promesse che non saranno mantenute. Per farne incetta e coalizzarli conviene mirare a un nemico, preferibilmente più debole perché più indifeso e privo di quelle notizie, vere o false, che nei salotti buoni determinano il successo di un giorno e il fallimento di una vita.

E’ dunque tempo di calunnie, sempre gravi, a volte devastanti perchè non permettono difesa alcuna.

A proposito di questo tema permettetemi di proporre a chi ci segue, alcune riflessioni di Papa Francesco, estratte dall’Osservatore Romano e che potrete trovare per intero qui

 

La calunnia distrugge l’opera di Dio, perché nasce dall’odio. Essa è figlia del «padre della menzogna» e vuole annientare l’uomo……... Se la calunnia è un venticello, come canta Basilio nel Barbiere di Siviglia, per Papa Francesco essa è un forte vento.

La calunnia è antica quanto il mondo e se ne trovano riferimenti già nell’Antico Testamento. Basti pensare all’episodio della regina Jezabel con la vigna di Naabot. Quando non si poteva ottenere qualcosa «per una strada giusta, una strada santa», si utilizzava la calunnia, che distrugge.

La calunnia «.... nasce dall’odio. ……. Menzogna e calunnia vanno di pari passo, perché hanno bisogno l’una dell’altra per andare avanti. E senza dubbio, ha aggiunto il Pontefice, «dove c’è calunnia c’è Satana, proprio lui».

Papa Francesco ha poi preso spunto dal salmo 118 ….ricorda che ….Invece di chiedergli spiegazioni sono passati alla calunnia per distruggerlo. «Siccome non andava bene la lotta pulita, la lotta tra uomini buoni, sono andati per la strada della lotta sporca: la calunnia». Trovarono falsi testimoni, che dissero: «Costui non fa che parlare contro questo luogo, contro la legge di Mosè, contro questo, contro quello». Lo stesso avevano fatto con Gesù.

Purtroppo chi frequenta certi salotti dove si serve questo brodo di giuggiola non ci legge abitualmente ma speriamo che il buon dio faccia nascere in loro il dubbio e il desiderio di conoscere la verità.

Ipse dixit.

La calunnia è come la moneta contraffatta: molti che non l'avrebbero mai emessa la fanno circolare senza scrupoli. (Marie Joséphine De Suin)

Le calunnie non si devono dimostrare. Basta ripeterle. (Roberto Gervaso)

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login