Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


Come prevedibile e previsto, ancora una volta l'amabile nostro presidente – e con lui tutti gli amministratori - si è tolto la soddisfazione di ignorare i consorziati e l'APICS negando loro ciò che è solo loro, per darlo invece molto graziosamente a chi non è neppure membro del Consorzio, ma ha la ben superiore qualifica di "amico", "sodale" o "compagno di merende", quando si tratta di spartire i grassi compensi della Servizi Consortili. Parliamo della Porto Cervo Marina s.r.l., alias Mariano Pasqualone, alias Sardegna Resorts.

2 killer clown web

Gli avevamo semplicemente chiesto (e con lui a tutti gli organi di amministrazione e controllo, direzione generale in testa) di diffondere il nostro invito al Convegno organizzato il 28 luglio, che trovate qui, con la Newsletter inviata periodicament ai membri del Consorzio con posta elettronica.

Newsletter che il primo luglio era stata utilizzata per diffondere questo invito:

«Gentile Consorziato, La  Marina di Porto Cervo Srl,  è lieta di  invitarLa  all’inaugurazione della terza edizione del Prestige Village Harrods chesi terrà Sabato 4 luglio 2015  -  alle  ore 19.30  presso il Porto Vecchio di Porto Cervo.

Sperando che possa essere con noi, porgiamo i più cordiali saluti.

Si prega di R.S.V.P. - Antonella  Azara Resp. Relazione Esterne - Smeralda Holding "

Un invito gradito, anche se Marina di Porto Cervo non è consorziata (lo sapevate?) ma può fare ottimi affari in concorrenza ai negozi, bar e altri esercizi che del consorzio fanno parte da decenni, con la benedizione e la complicità del Consorzio.

Che in definitiva si tratta di "affari di famiglia", di "una cosa nostra", di un clan, è poi confermato dalla firma della Smeralda Holding, anch'essa parte del feudo "pasqualpersimor". Probabilmente è arrivato il momento di investire della questione anche l'autorità incaricata di combattere cartelli, abusi di posizione dominante e altre bagatelle.

Abbiamo già scritto l'anno scorso che è decisamente meglio un Harrods Village rispetto a un brutto parcheggio, e ci ha fatto piacere vedere che il Consorzio utilizzava un ottimo strumento di comunicazione. Ci informava di un evento in Costa, cosa può esserci di sbagliato? Nulla.

Cosa può esserci di dannoso (per il Consorzio) in un convegno riservato ai Consorziati, ma pubblico e svolto alla luce del sole?

Invece, ieri, dal Consorzio ci è pervenuta una lunga e dettagliata Newsletter che tra le tante notizie ignorava la nostra. Dal palazzo nessuno ha dato seguito alla nostra più che garbata richiesta. Non una parola. Non una spiegazione.

Distrazione? Indifferenza? O piuttosto un altro isterico niet di stampo sovietico alla pubblicazione di un evento dell'APICS, da anni etichettato come "nemico" del Consorzio solamente da chi pensa che il "Consorzio sono io". Non ci bastava un Lele Mora nel Consorzio, adesso abbiamo un Luigi XIV di campagna.

Naturalmente l’amabile presidente può smentirci subito con i fatti e ne saremo più che felici, , se vuole, ma siamo pronti a scommettere che non lo farà.

L'occasione ci impone tuttavia di sottolineare ancora una volta che l'APICS è amica dei Consorziati e del Consorzio. Nemica dell’oscurantismo, della corruzione, dell’intrigo, degli abusi, degli sprechi e delle speculazioni.

Vorrebbe anche avere rapporti non solo amichevoli ma felici e costruttivi con il Consorzio ma per farlo deve poter contare su un consiglio direttivo che non sia "un'associazione ….in attesa di definizione", un partito di nominati, ma un consiglio che rappresenti davvero tutti consorziati.

Non composto dai legali rappresentanti di due o tre società di capitale che giocano a monopoli con il …. contante ….degli altri. Anno dopo anno, delibera dopo delibera, causa dopo causa.

Usando uno statuto da loro rimanipolato e plasmato e i tempi della giustizia come clave contro i consorziati.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login