Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Con il ricorso in appello contro la sentenza del tribunale di Tempio nella quale tutti i Consorziati sono perdenti, a loro insaputa (e in centinaia di casi loro malgrado) ogni consorziato potrà beneficiare di una auspicata e probabile sentenza favorevole in tempi relativamente rapidi e con il minimo rischio di pagare le spese legali in caso di respingimento.

Infatti, il giudice dovrebbe arrivare a sentenza nel giro di due, forse tre, udienze perché tutta la fase istruttoria e i ricorsi alla Cassazione – avviati nel suo ambito - sono stati completati.

Inoltre, in base alle recenti norme europee a questo procedimento, potrebbe essere data la priorità per "anzianità" visto che quest'anno compierà 16 anni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

TUTTI PERDENTI

DEVASTANTI NOTIZIE PER I CONSORZIATI INCHIODATI FINO AL 2050

DAL TRIBUNALE DI TEMPIO.

La situazione può e deve essere ribaltata.

 La ponderosa sentenza emessa dal giudice monocratico del tribunale di Tempio Pausania lo scorso 11 novembre 2015 (sentenza n. 608/2015, appellabile nel termine di 6 mesi dalla pubblicazione) nella causa avviata da due Consorziate nel preistorico anno 2001, reca orribili notizie per tutti quei consorziati che si sentono schiavi di una situazione ormai divenuta insopportabile.

La sentenza infatti sottolinea che tutti i consorziati sono stati citati in giudizio (a loro totale insaputa) con un notifica per pubblici proclami, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 10 marzo 2009 e dichiarati (tutti meno uno) contumaci.

Ciò significa che se non sarà appellata dai consorziati e riformata del giudizio d'appello, tutti i consorziati non potranno più agire a difesa dei loro interessi sugli argomenti oggetto del procedimento.

In particolare, la sentenza respinge tutte le richieste avanzate da alcuni consorziati che chiedono che:

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Ecomostro da NuovaEra ed è inevitabile. Consorzio e consorziati dovrebbero chiedere risarcimenti per danni plurimilionari per la perdita di valore dell'intera area dominata da questo assurdo ecomostro, altrimenti definibille come pollaio di superlusso per nuovi ricchi supercafoni. I consorziati dovrebbero chiederne conto al Comitato di architettura e al Cosnigkio di Amministrazione.

Tutti i cittadini di Arzachena e della Gallura a certi senatori, presidentissimi e loroi. Siano presidenti o amministratori delegati.

L'Ecomostro da abbattere.

 

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Costa Smeralda Cop 1974

Eravamo rimasti alle «Considerazioni di un presidente ingombrante”.

Allora (era settembre) smisi il cappello di presidente dell’APICS per condividere alcuni miei pensieri sulle voci che i miei colleghi del consiglio direttivo mi avevano giustamente riportato, e di cui abbiamo ragionato in un incontro di quei giorni. Scrivevo che avrei preso un periodo di riflessione, congedandomi da voi con la promessa di seguire un corso di dizione e di linguaggio del corpo, in modo da dire le cose giuste nel modo giusto, o perlomeno meno sbagliato. Ci sto ancora lavorando. Ammetto che la parte più difficile è quella di sviluppare la capacità di non reagire alla denigrazione sistemica, agli insulti, alle provocazioni.

In proposito mi ha incoraggiato vedere che forse sono sulla buona strada vedere il video ufficiale dell’assemblea del consorzio.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 giancarlo perini 2006 Villa Este

Pensieri a voce alta di Giancarlo Perini.

Dopo un breve periodo di vacanza torno a dialogare con voi con grande piacere.

Trasparenza vuole che io non nasconda a chi mi segue su questo blog alcune riflessioni personali sull'assemblea annuale del Consorzio Costa Smeralda. Per farlo smetto di essere “il presidente dell’APICS” per essere semplicemente il signor Perini.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fate sentire la vostra partecipazione iscrivendovi alla Newsletter nel modulo qui a destra e in alto

Please subscribe to our free Newsletter.

Costa Smeralda and Gallura in the (good) news.

Concert at Dawn on Capriccioli Beach 31

Costa Smeralda and Gallura in the news.

Today the local daily La Nuova Sardegna reports of a promising meeting among the political authorities of Sardinia (the regional president and the majors of Olbia and Arzachena) with the landlord of the major stakeholders of Costa Smeralda. The meeting is seen as the beginning of a new, more constructive, approach to the renaissance of the Costa Smeralda and the socio-economic development of Gallura.

Altro segnale incoraggiante nella notizia odierna de La Nuova Sardegna. Lo sviluppo possibile e la rinascita della Costa Smeralda.

La Nuova Sardegna

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fate sentire la vostra partecipazione iscrivendovi alla Newsletter nel modulo qui a destra e in alto

Please subscribe to our free Newsletter.

Questo il mio intervento, quale presidente dell'APICS, al Convegno del 28 luglio scorso, dedicato al tema della Rinascita della Costa Smeralda e già pubblicato in http://www.apics.it/blog/?p=876

LA RINASCITA DELLA COSTA SMERALDA.

Fra poco l’Arch. Satta ci spiegherà come la Costa Smeralda è rimasta un progetto globale  incompiuto, che ha soltanto bisogno di essere rilanciato per assicurare la Rinascita di questo angolo di paradiso unico al mondo.

A me tocca invece parlare di un progetto politico banale, affatto innovativo ma che per il momento sembra non essere ancora adottato.

Ieri furono S.A. il Principe Karim e i suoi partners a investire in un sogno ambizioso ed a realizzarlo in buona parte con grande visione e coerenza. Oggi abbiamo la fortuna di ospitare nuovi e illuminati investitori in grado di completare quel progetto e di avviarne di nuovi.

E’ un’occasione che i consorziati, i cittadini di Arzachena e Olbia, gli amministratori locali, regionali e nazionali e gli imprenditori, grandi e piccoli non devono, NON POSSONO, lasciarsi fuggire.

I fatti sono sotto gli di tutti. La Costa Smeralda non può essere un ghetto dorato che vive di alcuni alberghi e negozi di lusso per 2 mesi l’anno. Strategici sono i trasporti, soprattutto quello aereo, i servizi medici e ospedalieri di alto livello, i servizi igienici generali,  raccolta rifiuti d’eccellenza, una rete stradale ordinata e sicura, servizi di sorveglianza sicurezza di massimo livello. Fondamentale è una gestione olistica, pubblica e privata, dell’ambiente; una gestione che valorizzi anziché mortificare quel nostro prezioso patrimonio  chiamato ambiente, mare, sole, aria, sabbia, roccia e la gente, la tanta belle gente, che qui vive.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fate sentire la vostra partecipazione iscrivendovi alla Newsletter nel modulo qui a destra e in alto

Please subscribe to our free Newsletter.

Concert at Dawn on Capriccioli Beach 17

Dire le cose giuste nel modo sbagliato certamente scandlizza, irrita e disturba chi ritiene che la forma, magari ipocrita e servile, sia più importante della sostanza. Tuttavia "fare la cosa giusta" a volte, e a fatica, porta a risultati e fatti concreti.

I recenti cambiamenti al vertice (e ai bilanci) del Consorzio Costa Smeralda sembrano darci ragione. Un successo che che ci incoraggia e stimola a fare di più e meglio.

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login