Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Pubblichiamo di seguito il contenuto della diffida ad adempiere trasmessa dal nostro legale, Avv. Paolo Dau, al CDA e al direttore generale del Consorzio in tema di carature e di relativo accesso agli atti lo scorso 23 marzo. Il ragionevole termine di 15 giorni richiesto è stato ampiamente superato ma non abbiamo avuto il piacere di ricevere alcuna risposta.Non riteniamo necessario aggiungere alcun commento. Solo un piccolo suggerimento. Prima di pagare qualsiasi quota i consorziati richiedano copia dell’intero piano di riparto delle spese addebitate sia dal Consorzio sia dalla Servizi Consortili Spa.

Intestazione APICS 

Oggetto: APICS (Associazione proprietari di immobili in Costa Smeralda) / Consorzio Costa Smeralda.

 

Diffida ad adempiere

L'associazione APICS, in persona del Presidente Dott. Giancarlo Perini e del Segretario Signor Lorenzo Camillo, ha dato incarico a Questo Studio di significare quanto segue.

Immagine x sito testo cassazione copy

Il Consorzio può essere chiamato in causa direttamente e la partecipazione non è né automatica né obbligatoria. Lo stabiliscono due importanti sentenze della Cassazione.

Riteniamo di fare cosa utile e gradita pubblicando la relazione da noi sollecitata all'Avv. Daniela E. M. Nardozza di Bologna, per illustrare due recenti pronunce della Cassazione Civile relative alla natura giuridica del consorzio e all'obbligo di farne parte.

CONSORZIO-COSTA-SMERALDA-cdaIn anteprima mettiamo a vostra disposizione il verbale dell'assemblea del Consorzio della Costa Smeralda del 29 luglio 2014.

Finalmente siamo riusciti ad averne una copia. Ci sono voluti quasi 8 mesi ma rispetto ai tempi usuali, abbiamo guadagnato 3 mesi. Chi vorrà farlo, avrà il tempo di leggerlo con attenzione.

Chi era in assemblea si renderà conto che il verbale è gravemente (e volutamente) lacunoso. Chi non ha partecipato all'assemblea potrà farsi un'idea dei temi che si dibattono da anni senza costrutto che non sia a favore delle società rappresentate dal consiglio di amministrazione.

Il gruppo risparmia il 12

Riprendendo quanto pubblicato dal Forum (Blog) dell'APICS due giorni fa, dobbiamo registrare che ponendo, pochi mesi fa, la questione dello scandaloso metodo di calcolo delle carature e dunque del calcolo delle quote a carico dei consorziati, non abbiamo scoperta l’acqua calda ma semplicemente riproposto un grave problema troppo a lungo (e non per caso, ma colpevolmente) trascurato dagli amministratori del Consorzio Costa Smeralda.

La questione era già stata sollevata negli ultimi anni dello scorso millennio.

Ne abbiamo trovato la cronaca in una vecchia pagina de "La Nuova Sardegna" del 24 luglio 2000 “,  a cui vi rimandiamo per la lettura integrale.

Qui ci limitiamo a citare alcuni dei passaggi più significativi, in attesa di approfondire la questione posta allora e che si impone nuovamente oggi.

1

SASSARI. La rivolta dei piccoli proprietari nei confronti del Consorzio Costa Smeralda potrebbe trovare un autorevole, seppur involontario, alleato nella corte d'appello di Sassari.

Costa-Smeralda-opuscolo-1974Penso di poterlo ammettere senza dovermi vergognare troppo. Alla mia età ricordare chiaramente i fatti del 1974 non è facile. Tuttavia, qualche giorno fa dal mio archivio è spuntata una cartella stampa sulla Costa Smeralda di quell’anno. Fu distribuita in occasione della presentazione di un’Audi. Probabilmente la nuova Audi 50. Ma non è di questo che voglio parlare.

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login