Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Firenze-SignoriaFinalmente Buone Notizie per il Consorzio.

 

Mi sia permesso, riproporre oggi uno scritto pubblicato poco meno di due anni fa, il 23 agosto del 2012, a proposito di Porto Cervo del Consorzio e di quella che allora era una ragionevole speranza e che oggi sembra finalmente decollare come una concreta opportunità.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Eleganza-2014--413

Licenziamento a mezzo stampa.

 

Questa è una delle novità della corrente stagione estiva tra Cagliari e Porto Cervo. I turisti sono pochi ma la confusione tra informazione, pettegolezzi e marchette abbonda. Certo non poteva passare inosservata l'intera pagina dedicata al vice-presidente del Consorzio Costa Smeralda, Mariano Pasqualone, pubblicata lo scorso primo agosto da L'Unione Sarda.

Se a settembre i fatti fossero confermati i Consorziati avrebbero una preoccupazione in più: quella della più totale mancanza di stile e di fair-play dei "nuovi padroni" della Costa Smeralda. Nessuna società internazionale e nessuna Casa Reale licenzia un suo collaboratore "a mezzo stampa" tanto brutalmente ma lo lascia al suo posto ancora due o tre mesi.

Per questo la notizia ci ha sorpreso da una parte e fatto sorridere dall'altra.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Consorzio Costa targaMANCA ERA LA VITTIMA, NON IL COLPEVOLE!

Il consiglio sapeva tutto più di un mese prima dell’assemblea elettiva del 2011 ma ha taciuto e avallato l’operato del presidente.
Ecco quanto emerge da una prima, rapida, analisi della relazione dei legali Falchi-Carbone, consegnata agli organi e alle società del Consorzio.
Vi proponiamo i fatti più salienti per punti. (I numeri progressivi si riferiscono alla pagina della relazione).
1
«Il Pubblico Ministero aveva chiesto archiviazione a favore di Salvo Manca, nella vicenda penale scaturita dalla denuncia di  Claudio Gatti e che ipotizzava Consorzio e Servizi come parti offese.»

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Harrods-village-2014-WEBUNA PASSEGGIATA NEL PARCO AL POSTO DELL'HARRDOS VILLAGE

 

Mentre si sta per inaugurare la seconda edizione estiva dell'Harrods Village, i cittadini di Arzachena, i consorziati della Costa Smeralda e gli esercizi commerciali di Porto Cervo ne dibattono i pro e i contro, a volte molto animatamente. E' evidente che assieme a qualche pro ci sono molti, troppi contro. Secondo fonti qualificate infatti l'area (classificata H) non può neppure essere parcheggio (bella notizia, scoperta un poco tardi ma come si dice .....meglio tardi che mai!) .

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Avviso-SCCS-WEBCon o senza il punto di domanda?

 

Hanno davvero vinto loro? Quelli che …..il Consorzio Siamo Noi …e voi non siete un …Razzo, come declamava Alberto Sordi in quel bellissimo film?  Vi ricordate Il Marchese del Grillo? Vi ricordate come finiva, con tutti i corrotti denunciati pubblicamente di fronte allo stesso Papa. Arriverà finalmente un nostro "papa" che vorrà ascoltarci.

Allora torniamo alla domanda: Hanno davvero vinto loro? Quelli dell'Ufficio Incassi? Sembrerebbe proprio di si.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sindaco e Assessori, applausi a scena aperta da parte dei membri del Consorzio Costa Smeralda. Il signor Alberto Ragnedda, sindaco di Arzachena é il vero eroe dell'assemblea annuale del Consorzio. E' stato l'unico, assieme ai quattro dei suoi assessori, a dare risposte concrete e a prendere impegni per quel cambio di rotta invocato un pò da tutti. In primo piano la raccolta dei rifiuti, l'accesso alle spiagge, il problema dei parcheggi, il completamento della toponomastica che dovrebbe finalmente imporre alle poste un servizio degno di un paese civile. E altro ancora. Ci ritornerò con più calma nei prossimi giorni. Soprattutto é venuto chiaro il segnale che gli interessi del Consorzio Costa Smeralda e quelli del Comune di Arzachena possono e devono coincidere e che il successo gli uni è il successo degli altri.
Insomma si respira finalmente un'aria di cambiamento, di rinnovamento e cittadini e consoziati se lo augurano di rinascita. C'é molto da fare e non resta più tempo da perdere.

Altri aggiornamenti al più presto su questi schermi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I proprietari associati all’esclusivo club del Consorzio Costa Smeralda non gradiscono il loro presidente.

«Buona parte dei 3.800 proprietari associati all’esclusivo club del Consorzio Costa Smeralda non gradiscono il loro presidente, l’avvocato Renzo Persico. Piazzato (e vincente) da anni in quella carica e sempre riconfermato grazie all’appoggio dell’ ex sindaco di Roma Franco Carraro, a sua volta garante del prestito della Mediobanca di Cesare Geronzi alla Colony Capital di Barrack, l’ex proprietario della Costa Smeralda prima del passaggio ai fondi sovrani del Qatar.»

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LA SPESA DEL CONSORZIO COSTA SMERALDA IN SEI ANNI.

Tuttora segreta quella della Servizi Consortili Costa Smeralda.

Il Consorzio spende cifre da capogiro ogni anno per pagare avvocati e consulenti, spesso per contrastare l’interesse dei suoi stessi consorziati. L’ostilità degli organi del Consorzio Costa Smeralda verso i suoi consorziati-sudditi diventa sempre più tangibile a mano a mano che si abbatte il muro dietro il quale si nascondono le scelte e le politiche dei suoi amministratori. Per iniziare a togliere i primi mattoni a questo muro un vecchio e testardo Consorziato ha dovuto ricorrere al magistrato, attendere quasi tre anni e infine avvalersi di una chiara sentenza che riconosce a ogni consorziato di avere accesso a qualsiasi atto e documento della gestione del Consorzio.

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login