Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

DIMISSIONI O VERSO UNA DICHIARAZIONE DI NULLITA' .


Il dominus del Consorzio è uno solo ed è probabilmente il solo ad aver titolo per sedere nel consiglio di amministrazione. Un altro membro è la volpe (o il gatto? Non è chiaro perché a volte si scambiano i ruoli). Un altro amministratore legittimato, per essere consorziato, c’è, ma spesso con riserva (e ne ha ben ragione). Gli altri sono lì (e per quattro quinti nell’oscura Spa Servizi Consortili Costa Smeralda) per fare soldi o per rappresentare – in quanto professionisti - chi paga loro parcelle e gettoni di presenza.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

O ANCHE DENUNCE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA?

Pubblicato in http://www.apics.it/blog/?p=719 il  25/07/2014    

 

E’ bastato un primo sguardo alla documentazione consegnata dal Consorzio Costa Smeralda ai nostri “revisori” per capire che l’abisso di forzature, irregolarità, negligenze, distrazioni e violazioni della lettera o dello spirito dello Statuto fondativo del Consorzio Costa Smeralda porteranno a un conflitto duro e duraturo fra “i padroni” del Consorzio e quei consorziati (o loro raggruppamenti) che avendo raggiunto il punto di saturazione (dopo tanti anni di paziente attesa e infinita tolleranza) hanno deciso di dire basta.

Le esperienze fatte in questi anni da molti consorziati nei meandri di norme e interpretazioni da azzeccagarbugli (i cui devastanti costi sono comunque tutti a loro carico) rendono necessario procedere con estrema cura e puntare al cuore dei problemi.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva


SALVA IL CONSORZIO COSTA SMERALDA DALL’INSOLVENZA
 

Gli oltre 3800 sudditi del Consorzio Costa Smeralda stanno ricevendo, con la convocazione della prossima assemblea convocata per il 29 Luglio, il verbale di quella dell’anno scorso (come sempre, convocata alla fine del mese quando i consorziati di Luglio stanno partendo e quelli di Agosto non sono ancora arrivati, così da avere il meno possibile di consorziati presente).

Sono passati più di 11 mesi dall’ultima Assemblea e probabilmente l’unica utilità dell’elegante fascicolo è quello di mettere in mostra alcune perle. Ve ne proponiamo una che ci sembra eclatante e che forse potrebbe essere dichiarata illegittima.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Egregio signor Direttore,

desidero ringraziarla, anche a nome di altri concittadini, per l’ampia spazio dedicato nell’edizione odierna, alle pagine 4 e 5, alle
questioni che ruotano attorno al governo di Arzachena ed a quello che avete giustamente definito il mini masterplan di Tom Barrack, e dei suoi colleghi del mattone. Mi consenta tuttavia di notare che i due servizi “portanti” in parte si contraddicono.
Per Pinna “il futuro edificatorio prossimo venturo” sarebbe “voluto da gran parte degli abitanti”mentre della pagina di fronte Serena Lullia scrive “che i 600mila metri cubi di ville, hotel e campi da golf….raccolgono più critiche, solo sussurrate, che consensi”.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CHI PAGA?

Preg.mo Dott. Manca, buon giorno.
La ringrazio per aver dato risposta, seppur molto parziale, alle mie domande formalmente presentate lo scorso mese di maggio e ricevute poche ore fa.
Mi permetta di farle notare che per rispondere a due delle mie otto domande sono stati necessari diciassette giorni. Un segno tutt’altro che incoraggiante sull’efficienza dei nostri apparati amministrativi. D’altronde, ne devo dare atto, non si può pretendere molto da un Consorzio che deve gestire circa quattromila consorziati con una sola persona. Lei: il direttore generale. Converrà con me che forse è tempo chiederci se ha senso avere un direttore generale che deve dirigere solo se stesso.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I bilanci del 2013 in approvazione all’imminente assemblea del 29 luglio 2014.


All’apparenza si presentano in modo impeccabile i bilanci che saranno presentati fra pochi giorni ai tenaci consorziati che non desistono dal partecipare alla recita dell’Assemblea Annuale. Un tantino sintetico, forse, ma così si perde meno tempo a leggerli, approvarli e quindi si arriva prima al buffet gentilmente offerto da loro stessi a se stessi (o si tratta forse di un cortese omaggio della Sardegna Resorts Spa? Lo chiederemo).
Se però un consorziato si chiede dove figurano gli emolumenti pagati al Consiglio d’Amministrazione della Servizi Consortili (in spudorata violazione dello spirito dello Statuto del Consorzio), dove figuri l’auto di rappresentanza del presidente che, poveretto non può permettersi di comprarne una, visto che il suo emolumento è di soli 250.000 euro l’anno.

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login