Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per continuare a navigare su questo sito clicca sul link accetto.

Giancarlo Perini

La vita ė bella

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 


Hotel Romazzino 2009 Polo 3

Lettera Aperta 

A un consorziato che propone di delegarci alla prossima assemblea elettiva DEL 31 LUGLIO 2019.

Buongiorno signor Consorziato e grazie per avermi onorato della sua proposta di rappresentarla alla prossima assemblea del Consorzio Costa Smeralda.

Perdoni il ritardo nella mia risposta, dovuto alla necessità di fare "un giro d’orizzonte".

Presumo che, avendo io esercitato nel corso del 2016 il diritto di recesso dall’Associazione (qual’é il Consorzio Costa Smeralda) io non sia stato convocato. (A proposito del Recesso può vedere l’articolo aggiornato in queste pagine.)

Una buona notizia per tutti questa. Perché anticipa l’inevitabile sentenza che prima o poi dovrà arrivare dalla magistratura, per non dire della stessa Corte Costituzione in tema di Recesso.

Dall’altra l’accoglimento tacito del recesso evita ai signori che siedono in alto, in contrapposizione con i “peones” del Consorzio, il fastidio di un grillo che canta fuori dal coro e nuoce all’andamento soporifero delle votazioni.

Ma non è questo il punto. 

Il punto è che io, avendo io comunque cessato di pagare le quote dall’anno del mio recesso, anche se fossi ancora considerato un consorziato, non avrei comunque diritto (norma tutta da verificare) di partecipare all’assemblea, secondo il “codice del presidente e degli avvocati del Consorzio”. 

 Ora, se ne valesse davvero la pena e fosse importante essere presenti, per intervenire a favore di tutti i consorziati, si potrebbe comunque ipotizzare una mia partecipazione ma direi che non ne vale davvero la pena. Almeno per il momento.

Le cose cambierebbero se prima dell'assemblea la Corte d'Appello di Sassari emanasse la sua sentenza sull'appello da noi proposto per la riforma della sentenza 608/2015. ( Vedi articolo di aggiornamento in tema di Ricorso in Appello).

In questo caso si dovrebbe davvero parlarne in assemblea per ricordare che questa "guerra" ai consorziati è ormai al 18° anno e potrebbe durare ancora a lungo, vista la sistematica pratica degli amministratori del consorzio (tutti nominati da un unico Padrone)  di fare ricorso sempre e contro tutti i consorziati (che pagano comunque ne pagano le esorbitanti spese, con gli avvocati che si sfregano le mani). 

Ma soprattutto per dire che è tempo per guardare a una nuova e vera Associazione dei Consorziati per la Valorizzazione di Porto Cervo e della Costa Smeralda, che non può più essere lasciata a un solo latifondista e proprietario (non gestore) di un gruppo d’Alberghi di Lusso che soffocano lo sviluppo e hanno snaturano il nostro gioiello in un “Temporary Shopping Mall del Lusso”. Una vera Associazione che rappresenti tutti i consorziati e operi nell’interesse di tutti loro.

Si dovrebbe poi ricordare che presso il Tribunale di Tempio è tuttora in corso un procedimento per ipotizzata Truffa Aggravata e Continuata, avverso alcuni componenti dei due consigli di amministrazioni (del Consorzio e della Servizi Consortili) uscenti. Procedimento che ha visto molti consorziati costituirsi parte civile.

La denuncia querela presentata fin dal 2015 è fondata esclusivamente su documenti ufficiali del Consorzio. Documenti ottenuti nella prima fase dell’accesso agli atti da noi reclamata con istanza al giudice e attuato solo in parte dal Consorzio malgrado una chiara sentenza del tribunale di Tempio che me riafferma il diritto.

Sentenza accesso atti 2014 1

 

Ebbene i vostri autonominati amministratori non rispettano nemmeno le sentenze passate in giudicato, e da oltre tre anni aspettiamo di accedere a verbali del Consiglio di Amministrazione e ai carteggi tra il Consorzio e “la sua” Servizi Consortili risalenti a più di 5 anni fa. 

I danni economici che ne deriveranno andranno recuperati da tutti questi campioni dell’etica e della buona amministrazione.

Il pervicace rifiuto all’accesso dei nostri (e non loro) documenti non può che avere un unico, chiarissimo, scopo: nascondere discutibili scelte e comportamenti facili da indovinare. 

Per non dire di quanto ampiamente riportato dalla stampa regionale e nazionale, negli ultimi anni, con devastanti danni per la reputazione del Consorzio e dei suoi Consorziati. Basti qui citare le complesse vicende “Jaguarao Caffè” sulla cui trasparenza risuonano ancora in questa sala le solenni affermazioni del nostro amabilissimo presidente ma di cui dal 2011 non abbiamo più saputo nulla. Per quella vicenda vicenda abbiamo pagato salatissime spese legali (siamo attorno ai 100 mila euro) per non dire di eventuali risarcimenti. Non sappiamo nulla.

Sentenza accesso atti 2014

 

E che dire delle molteplici indagini della Guardia di Finanza a cui il Consorzio ha dovuto consegnare tutte le informazioni che ci interessano e ci riguardano ma che noi non possiamo avere? Delle ammende astronomiche disposte dal fantomatico Comitato di Architettura tanto giustificate da essere ridotte a una mancetta negoziata in un mercato ispirato ad Ali Babà e i 40 ladroni, parliamo a parte.

E allora,  Caro Consorziato, non potendo io rappresentare lei (e altri) per”….delega a un'altro consorziato, affinché io possa farlo sarebbe ipotizzabile una "Procura Speciale ad acta" che, per il momento non prenderei in considerazione. 

Sarebbe tempo e denaro sprecato perché, come al solito i giochi sono fatti, e se anche tutti i consorziati votanti, di persona o per delega, votassero all’unisono i loro voti sarebbero comunque inferiori a quel 23% (circa) detenuto dalle società controllate da Doha che occupano il 100% del Consorzio come una colonia. Grazie anche a un buon 65% di Consorziati che non se ne interessano

In attesa di salutarla personalmente, mi è gradita l'occasione per ringraziarla per la sua fiducia e per porgere a lei e signora i miei più cordiali saluti.

Suo Giancarlo Perini.

e-max.it, posizionamento sui motori

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Search

Iscriviti alla Newsletter

Contatti

 

Potete contattarmi alla mail:

info@giancarloperini.com

Login